La rivincita della donna più brutta del mondo: ora è il simbolo della lotta al Cyberbullismo

Eletta a sua insaputa, la donna più brutta del mondo, Lizzie Velasquez rimase traumatizzata da questa “etichetta”, a tal punto che iniziò per lei un profondo periodo di depressione, in quanto la sua condizione fisica è puramente il risultato di una patologia che non le concede di prendere peso, che per giunta le ha procurato la cecità all’occhio destro.

Grande forza d’animo, si è però ripresa, e ha dato il suo smacco a tutta quella gente insensibile e ignorante che l’ha offesa e denigrata, chiamandola “mostro”.

Video inserito il: 7 marzo 2017 (si trova alla fine della presente pagina)

Link Utili:

loading...
3894
01:20
100%
Voti: 1
VIDEO SIMILI SULLA BACHECA

Lascia un commento

error: Il contenuto è protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, La Bacheca di Kabyria utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Puoi scegliere tu stesso se accettare o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso l'apposito pulsante presente in basso nel footer del sito (alla fine della pagina). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi