La verità sulla clonazione di un dinosauro a Liverpool

Nel marzo del 2014 giunse la notizia che, nella Facoltà di Medicina Veterinaria della John Moores University (Liverpool, Inghilterra), fu clonato un dinosauro, attraverso l’estrazione del DNA dai resti fossili di un Apatosaurus conservati in un museo (Museo Universitario di Scienze Naturali), ed il grembo di uno struzzo in cui era stato trapiantato l’embrione, giacché, secondo questi scienziati, gli struzzi possiedono un patrimonio genetico simile a quello dei dinosauri.

Grande esaltazione generale, a tal punto che si è cominciato a parlare di un nuovo Jurassik Park, prevedendo che negli anni a venire, si sarebbe tornati ad un mondo ripopolato da dinosauri. Tuttavia, come unica prova venne presentata solo una fotografia, che già di per sé rivelava qualcosa di strano: questo ipotetico dinosauro, esibiva delle narici piuttosto comuni, appartenenti ad una specie animale in particolare.

Quindi, facendo un giro sul web, si è risaliti alla verità. E non ci è neanche voluto tanto, in realtà. Del resto, se la notizia fosse reale, per quale motivo, dopo più di un anno, non si sa ancora nulla di questo baby dinosauro che dovrebbe essere quantomeno capace di camminare?

Ad ogni modo, se questa notizia lascia molto a desiderare, il fatto che gli scienziati siano impegnati in esperimenti per riportare in vita i dinosauri, questo è vero. Ma… a che scopo?

Video inserito il: 5 febbraio 2017 (si trova alla fine della presente pagina)

Link Utili:

loading...
2744
03:04
0%
Voti: 1

Lascia un commento

error: Il contenuto è protetto da Copyright